La qualità dell’acqua che beviamo fa un’enorme differenza sulla nostra salute, soprattutto nel lungo periodo.

 

Leggere queste informazioni ti può essere di grande aiuto se hai deciso di depurarti e guarire da disturbi e malattie, occupandoti di un aspetto fondamentale quanto la nutrizione o più.

Nutrizione Superiore si occupa principalmente di nutrizione sana, ma in questo articolo tratteremo un argomento molto spesso trascurato: l’acqua!
Pasteur disse: “Noi beviamo il 90% delle nostre malattie”. Forse questa affermazione può sembrare esagerata, ma sicuramente esiste una netta e incontrovertibile relazione tra la qualità dell’acqua che beviamo e l’incidenza della malattie croniche e degenerative.

Tra il 1920 e il 1950 le malattie circolatorie sono aumentate negli USA e in Europa notevolmente; vi fù però un’eccezione: la cittadina di Riom ( Francia ), dove si verificò l’effetto contrario. Cosa era successo? La pessima acqua potabile era stata sostituita con un’acqua pura e poco mineralizzata!

 

Una realtà sconcertante

 

L’argomento nutrizione naturale comincia a prendere piede negli ultimi tempi, ma quando si parla di acqua la maggior parte delle persone sono poco o per nulla informate su quello che bevono tutti i giorni.

L’acqua è uno dei beni più preziosi che abbiamo, in quanto senza di essa non potremmo sopravvivere che per alcuni giorni! La realtà risulta sconcertante quando si và più a fondo sull’argomento: l’acqua che beviamo è ben lungi dall’essere salutare per noi, ma, anzi, è piena di sostanze inquinanti.

Gli inquinanti più pericolosi vengono dall’agricoltura ( pesticidi e fertilizzanti ), dagli scarichi industriali e dalle discariche di rifiuti non permeabilizzati. Le falde, in Italia, sono spesso infestate dai solventi clorurati usati dalle industrie tessili, chimiche e metalmeccaniche.

Quando poi la pioggia cade (tutti sono felici perché “pulisce l’aria” si dice ), l’acqua si impregna di veleni provenienti dalle industrie, dai gas di scarico delle autovetture e dai riscaldamenti a gasolio, trascinando tutte queste sostanze dannose e cancerogene nel terreno e nelle falde acquifere, sui raccolti e sugli alberi.

Un altro fattore da non sottovalutare è l’elevato utilizzo di cloro che viene utilizzato a profusione negli acquedotti cittadini, tale da rendere l’acqua pessima al gusto e ancora peggio dannosa per le mucose e la nostra flora intestinale.

Il cloro ha un potente effetto disinfettante ed è in grado di sterminare con facilità i batteri probiotici naturali che rappresentano il baluardo delle nostre difese immunitarie. L’acqua sterilizzata con cloro non andrebbe mai bevuta, tantomeno quella del rubinetto, aggravata, oltre che dal cloro, da una moltitudine di inquinanti, che, sotto ad una certa soglia di legge ( legge stabilita da chi?) sono considerati normali e non nocivi!

 

Sfatiamo alcuni miti sull’acqua

 

Ma cosa possiamo fare per proteggere la nostra salute? Il nostro corpo è costituito, dipendentemente dall’età, dal 90° al 70° di acqua… Molti crudisti e fruttariani hanno la convinzione che tutta l’acqua necessaria al nostro corpo possa essere ricavata dalla frutta e dalla verdura.

Questa può essere una concezione errata, in quanto l’acqua vitaminizzata dei vegetali è cibo vero e proprio. Le membrane, il sangue, gli intestini e tutto il resto hanno necessità di acqua pura, acqua alcalina viva che alcalinizzi il sistema, che svolga la funzione di ripulire le incrostazioni, i minerali inorganici e le sostanze chimiche indesiderate.

Lo scienziato ed esoterista Vadim Zeland, nel suo libro “Il transurfing vivo”, che consigliamo di leggere per chi vuole andare oltre e ottenere una salute superiore, sostiene come l’acqua migliore in assoluto e più pura da bere sia l’acqua distillata.

L’acqua viene distillata naturalmente in natura tramite il processo di evaporazione e in seguito di condensazione e pioggia… Ma con che tipo di atmosfera carica di veleni viene in contatto l’acqua piovana? Il modo migliore per purificare completamente l’acqua è acquistare un distillatore casalingo ed ottenere con pochi euro la giusta acqua da bere giornalmente.

I medici sono ancora convinti che si debbano assumere i minerali dalle acque dure… Ma questo non corrisponde alla realtà dei fatti!
Gli elementi del regno minerale non sono assimilabili direttamente dal corpo umano! Ma, anzi, lo ammalano, intasando i vasi sanguigni ed impedendo un normale flusso energetico ed eliminativo.

I minerali inorganici presenti nelle acque dure del rubinetto o in bottiglia non vengono assimilati nel corpo umano… I minerali, per considerarsi utili e assorbibili devono essere “elaborati” dall’azione delle piante, le quali li integrano dentro di sé, rendendoli organici e attivi, utili in fase di ricostituzione delle riserve alcaline del nostro corpo.

 

Acqua alcalina viva per forza e salute

 

Le ricerche di Zeland hanno portato lo scienziato a mettere a fuoco un processo di purificazione e ristrutturazione completo dell’acqua, trasformandola in modo naturale in acqua alcalina viva e attivata, la quale è in grado di fornire energia, neutralizzare i radicali liberi, ripulire l’organismo e sciogliere i depositi di grasso.

Una dieta vegana tendente al crudo, ricca di frutta e verdura fresca e abbinata ad acqua alcalina viva è in grado di portare in breve tempo ad una perdita di peso naturale e duratura, aumentando nel frattempo la vitalità e la salute!

Mantenere un ambiente alcalino interno al nostro corpo ci permette di impedire la crescita di masse tumorali, di raggiungere forza e longevità ed è in grado anche di impedire la proliferazione di parassiti di vario genere… In questo l’acqua alcalina viva può rivelarsi un aiuto importante.

Il processo di auto produzione di acqua viva, pura ed energizzata di cui parla Zeland è il seguente:

• Distillazione
• Attivazione ( attivatore elettrico );
• Ristrutturazione.

Segue parte 2

 

Bibliografia:

– “Transurfing Vivo”;

– “Medicina Ortomolecolare”, una terapia a misura d’uomo

 

E-BOOK GRATUITO SUI 10 CIBI VEGANI

 

Esistono tanti tipi di acqua alcalina in commercio, l’ acqua alcalina ionizzata non ha effetti collaterali sull’ organismo.

 

Ti è piaciuto l’articolo? Lascia un commento e condividilo sui social!

Altri articoli interessanti

Pin It on Pinterest

Share This