Un nuovo stile alimentare che arriva dagli Stati Uniti chiamato “Paleo Diet” afferma di aver trovato la chiave per la nutrizione umana, il benessere a lungo termine e la cura delle malattie del XXI secolo… Ma sarà proprio così?


Questo articolo ha lo scopo di fare chiarezza su questo nuovo modo di alimentarsi, che si stà facendo largo soprattutto negli ambienti di bodybuilding e welness. Ma che cos’è la paleo diet? Ebbene, il dr. Loren Cordain afferma di aver scoperto come mangiavano i nostri antenati primitivi, i quali, secondo il dottore, non soffrivano di patologie croniche e degenerative

Già, ma come si alimentavano i nostri antenati paleolitici? Secondo la credenza di tutti noi, in base a quello che ci hanno insegnato a scuola, gli uomini primitivi si cibavano in prevalenza di carne e di cacciagione, bacche e radici…

Quindi, partendo da questo ragionamento la paleo diet è stata strutturata e disegnata sul principio base secondo cui l’uomo deve cibarsi principalmente di carne, pesce e uova, tramite cui otterrebbe tutte le proteine e le vitamine assolutamente necessarie per la propria fisiologia ed il proprio sostentamento.

Andando però a fare una ricerca più scrupolosa, scopriremmo che tutte queste supposizioni sullo stile di vita dell’uomo primitivo non sono così fondate come crediamo. Le ricerche per esempio del dottor Boyd S. Eaton, grande ricercatore e paleontologo, che ha portato avanti per anni studi sulla nutrizione paleolitica ci raccontano una realtà ben diversa..

Ebbene, dai suoi studi effettuati col carbone radioattivo si è scoperto che molte tribù consumavano fino a 12 pasti fruttariani al giorno, per non parlare del fatto che gli uomini di quel tempo erano spesso nomadi e raccoglitori e si cibavano di frutta, bacche, noci e tutto il ben di Dio che la natura metteva loro a disposizione.

 

L’ossessione per le proteine, un mito duro a morire

 

Il principio base su cui si basa la paleo diet è il fatto che l’uomo moderno non assumerebbe abbastanza proteine e da qui la necessità di fare di carne e pesce la base principale della proprio alimentazione. Secondo i sostenitori di questa nuova dieta in carne e pesce si troverebbero molte  delle vitamine e dei sali minerali di cui abbiamo bisogno e, inoltre, questi sarebbero i cibi più adatti per l’uomo, essendo caloricamente densi e fortificanti.

Come abbiamo spiegato in “Il mito delle proteine“, tutte le ricerche degli ultimi 20 anni portano in una direzione completamente differente, avendo scoperto e palesato i rischi deleteri per la salute che un eccessivo consumo di proteine ha sulla salute. I dottor Campbell della Cornell University, nei suoi studi partiti oltre 20 anni fa ha messo chiaramente in connessione l’eccessivo consumo di proteine di noi occidentali, con l’insorgenza di patologie degenerative come cancro, diabete, osteoporosi e cardiopatie.

Il dottor Caldwell B. Esselstyn, cardiologo ai massimi livelli della sanità statunitense, nel suo libro “Prevent and Reverse Heart Disease“, spiega i suoi clamorosi successi nel curare le malattie cardiache tramite una dieta vegana a basso introito di proteine e grassi. Secondo la sua esperienza, proprio l’eccesso di proteine e grassi animali sono la causa di infarti, angine e ictus ed è possibile tenersi lontani da questi gravi problemi grazie ad una nutrizione a base vegetale, rimanendo sani e vigorosi fino a tarda età!

 

Sani, forti e musolosi con la carne, ma sarà vero?

 

Ad una prima osservazione, un neofita potrebbe credere che la paleo diet porti effettivamente dei benefici sulla salute e sulle prestazioni psicofisiche.. Infatti, i modelli che vengono utilizzati e che spergiurano di seguire per filo e per segno i consigli paleolitici, mostrano un fisico mozzafiato, una pancia snella da far invidia a molti, spingendo a credere a effetti miracolosi..

Ad una analisi più attenta però, si riscontra in questo stile alimentare la solita e vecchia mania iperproteica, perpetrata da decine di anni dai bodybuilders. La moda e l’ossessione di ingurgitare chili di proteine animali purtroppo è difficile a morire, e anche in questo caso la formula proposta è la medesima: uova a colazione, carne a pranzo e pesce a cena ( tutto crudo però, con il rischio aggiunto di contrarre parassitosi intestinale, vermi e lieviti! ).

Abbiamo approfondito la pericolosità delle diete iperproteiche per dimagrire qui, e ricordiamo di fronte ad un eccessivo consumo di
proteine, superando il tetto dei 40 grammi di proteine animali al giorno ( per intendersi una fettina di petto di pollo ), il nostro organismo si ritrova a dover prelevare preziosi minerali dalle proprie riserve per tamponare la forte acidosi ed elaborare ed espellere il più velocemente possibile le purine e le cadaverine.

Quello che porta veramente risultati in fatto di dimagrimento e salute è la grande quantità di frutta e verdura cruda che per fortuna viene consigliata ai suoi seguaci dal dott. Cordain.. Come stabilito dalla ultime innovative ricerche, sono proprio frutta e verdura cruda a rappresentare il top per la nutrizione umana, ed è grazie alla loro introduzione quotidiana nella dieta che possiamo raggiungere addominali scolpiti, forza, vigore e una forma da fare invidia agli amici!!

 

Esagerata demonizzazione dei cereali

 

Proprio per ricordare in toto i suoi predecessori nutrizionisti filocarnofili, Cordain porta avanti una critica spietata ai cereali, accusati di contenere troppi antinutrienti, di far ingrassare e di alzare a dismisura l’indice glicemico… Ebbene, vogliamo ricordare che è proprio grazie ad una dieta vegana tendenzialmente crudista, con l’inserimento di una non esagerata quantità di cereali che migliaia di persone in tutto il mondo stanno recuperando la proprio salute, guarendo da disturbi e malattie impensabili e ritrovando la propria dignità di vita!

In parte anche noi siamo d’accordo sul fatto che i cereali andrebbero limitati, in quanto anche questi hanno la potenzialità di creare muco nell’organismo… Solo frutta, verdura, semi e noci hanno la potenzialità di essere digerite perfettamente dall’organismo, ma questo non toglie il merito ai chicci integrali biologici di fornire ottime calorie e vitamine a basso costo digestivo, col vantaggio di non creare un ambiente troppo acido e tossico nell’organismo, come avviene invece con carne, pesce, uova e latticini.

Cliccando qui puoi scaricare l’audiocorso integrale sui 10 cibi più salutari e maggiormente digeribili dall’intestino umano; ti renderai conto di come poterti alimentare al meglio, senza confusione e risparmiando centinaia di euro in integratori!!

 

Conclusioni

 

Come sempre, ognuno di noi è chiamato a fare una scelta, anche in ambito nutrizionale. Oggi disponiamo di molte più informazioni e ricerche rispetto a 100 anni fà, quando i primi pionieri vegetariani erano visti come pazzi e anticonformisti..

Quello che dobbiamo scegliere è se rimanere nel passato, continuando a portare avanti stili di vita non consoni, che deturpano il Pianeta e aumentano malattie e invecchiamento oppure se guardare avanti, far tesoro dei nostri errori e cominciare a vivere una vita paradisiaca fatta di amore, salute e longevità…

Ai prossimi aggiornamenti

 

E-BOOK GRATUITO SUI 10 CIBI VEGANI

 

Ti è piaciuto l’articolo? Lascia un commento e condividilo sui social!!

 

Altri articoli interessanti

Pin It on Pinterest

Share This